Software per il montaggio video, questo è l’argomento dell’articolo ma con una particolarità: quelli che consiglio sono software gratuiti utilizzati in produzioni Hollywoodiane. Software professionali alla portata di tutti.

Sono software forse poco conosciuti dalla massa abituata a nomi commerciali come Adobe Premiere e Apple Final Cut ma non per questo sono meno potenti. I software di cui parlo sono stati utilizzati in film come: The Martian, Star Wars “Il Risveglio della forza”, I Guardiani della Galassia, ecc. Questo dovrebbe darvi un’idea delle potenzialità di questi programmi.

Avid Media Composer First

Il Media Composer First è la versione gratuita di Avid Media Composer. E’ disponibile da giugno 2017 ed offre le stesse funzionalità core della versione professionale. Avid Media Composer insieme a Apple Final Cut Pro sono i due software di video editing professionali maggiormente utilizzati in ambito cinematografico

Il Media Composer è disponibile per Windows e Mac OS.

Essendo un prodotto così diffuso a livello professionale avere la possibilità di scaricarlo gratuitamente e studiarlo può essere un ottimo modo per costruirsi degli skill da video editor.

Lightworks

Lightworks è un altro software utilizzato nelle produzioni Hollywoodiane (The Wolf of Wall Street, LA Confidential, Pulp Fiction, ecc). E’ possibile scaricare una versione gratuita che ha delle limitazioni rispetto alla versione Pro (vedi la tabella comparativa).

Lightworks è disponibile per Windows, Mac OS X e Linux.

Blender

Per Blender apriamo un capitolo a parte. E’ un software open source il cui sviluppo è coordinato dalla Blender Foundation. E’ nato come software per la produzione di immagini e animazioni 3d ma negli anni è cresciuto ed è diventato un pacchetto completo in grado di gestire l’intera produzione di un’opera d’animazione.

E’ dotato di un modulo per il video editing non troppo complicato da imparare. E’ possibile utilizzarlo per il montaggio di video footage prodotto da qualsiasi device o per montare direttamente i progetti d’animazione realizzati con il modulo 3d.

Blender Video Editor

Blender Video Editor

La Blender Foundation, per promuovere e per continuare a sviluppare il software, ogni anno realizza dei progetti chiamati Open Movie che servono a finanziare e realizzare nuove funzionalità del software.

Il vantaggio di Blender è che ha una community molto attiva sul supporto e lo sviluppo del software. On-line è possibile trovare tutorial su ogni funzionalità del software, una inesauribile fonte di conoscenza.

Agent 327: corto di animazione interamente realizzato in Blender. Dal modeling al montaggio video. Come potete vedere il risultato finale è di livello professionale.

Conclusioni

Il video è il mezzo di comunicazione contemporaneo per eccellenza. Cinema, TV, social media (YouTube, Vimeo, FB e Twitter) sono le piattaforme che lo ospitano e lo diffondono. Siamo bombardati da contenuti video, è un mezzo di comunicazione immediato e potente. Oggi possiamo girare un video facilmente grazie alle action-cam e agli smartphone ma per comunicare efficacemente, dobbiamo mettere insieme i contenuti girati per dargli un ritmo e trasmettere un messaggio.

Per mettere insieme i contenuti dobbiamo avventurarci nel processo del montaggio video. Quelli che ho elencato in questo articolo sono i software utilizzati dai professionisti del settore. Grazie a questi tool possiamo creare le nostre opere video e diffonderle al mondo grazie ai social.

Per chi è alle prime armi non sono software semplicissimi da imparare perché ricchi di funzionalità. Occorre studiare un po’ ma niente paura, Internet è pieno di tutorial e materiali che ci aiuteranno ad impararli. Dobbiamo solo avere un po’ di pazienza e applicarci.

Vedrete che dopo un buon video editing i vostri vecchi video, che normalmente risultano noiosi, avranno un impatto e una forza tutta nuova.

A proposito dell'autore

Daniele

Blogger per passione e software developer di professione. Amante della computer grafica, della fotografia, dei viaggi, della musica e di tutto quello che è legato alla tecnologia.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata