Un software per organizzare foto (image organizer) ci permette di gestire, organizzare e catalogare le migliaia di foto presenti nei nostri HD.

Oggi che la fotografia, grazie al mezzo digitale, è diventata un’attività alla portata di tutti, la facilità con cui possiamo catturare immagini ha fatto sì che il numero di foto prodotte diventasse enorme.

Grazie agli smartphone, alle action-cam, alle fotocamere digitali, possiamo scattare in continuazione senza porci limiti e se da una parte, avere questa possibilità è una cosa fantastica,  dall’altra ci pone di fronte ad un problema non banale.

Cosa fare con tutte queste immagini? Come selezionare le migliori? Come organizzarle per poterle ritrovare e rivedere successivamente?

In questo articolo suggerisco quelli che secondo me sono i software migliori dedicati al browsing e all’organizzazione delle foto. I software si differenziano per funzionalità, facilità d’utilizzo, sistema operativo supportato e per il tipo di licenza d’utilizzo (a pagamento o gratuiti).

Adobe Bridge CC

E’ un browser d’immagini della Adobe incluso nell’abbonamento Creative Cloud (l’iscrizione a CC è gratuita e permette di scaricare e provare i diversi software Adobe). Bridge è integrato con i prodotti Adobe e permette di sfogliare le immagini memorizzate su HD, selezionarle, cambiargli nome, aggiungere metadati, leggere le informazioni di scatto, assegnargli un punteggio, ecc.

Adobe bridge è disponibile per MacOS e Windows.

Adobe Lightroom

Adobe Lightroom è molto più di un organizzatore di foto, offre tutta una serie di strumenti per l’editing e la post-produzione delle foto ma lo segnalo perché è anche un ottimo gestore di foto. E’ un software a pagamento molto utilizzato in campo professionale.

Consente di organizzare le foto in cataloghi e collezioni, assegnargli punteggi, parole chiave, descrizioni, tag, ecc. Ha un modulo per il riconoscimento facciale in grado di raggruppare le foto appartenenti alla stessa persona. Gestisce il geo-tagging (la posizione in cui è stata scattata la foto) per categorizzare le foto in base alle coordinate geografiche in cui sono state scattate.

Ha un modulo per creare fotolibri e slideshow. Lightroom è senza ombra di dubbio un software completo adatto alla gestione dell’intero workflow fotografico, dalla selezione alla stampa delle foto.

E’ disponibile per iOS, MacOS e Windows. Se interessati, valutate l’abbonamento ad Adobe Creative Cloud che, nella versione dedicata alla fotografia offre, per 12,19 € al mese, anche Photoshop e Bridge. Nell’abbonamento sono incluse le app Lightroom e Photoshop per dispositivi mobili e servizi di storage e web portfolio.

Apple Foto

Apple Foto è un software gratuito per la gestione di foto incluso in MacOS. E’ organizzato in librerie, un po’ come i cataloghi di Lightroom. Si possono importare le immagini nella libreria per poi organizzarle in Album.

Ha funzionalità avanzate per creare Album Smart basati su filtri di caratteristiche come: dati di scatto, geo-tag, punteggi, metadati, riconoscimento facciale, ecc.

Apple Foto è organizzato secondo una timeline e può essere utilizzato per creare presentazioni, fotolibri, biglietti da visita, calendari e stampe. Facile e veloce da utilizzare è un’ottima scelta per tutti i possessori di Mac che non hanno bisogno di fare un editing spinto delle foto ma che voglio mantenere organizzata la propria libreria.

digiKam

digiKam è un altro ottimo organizzatore di foto. digiKam è un software gratuito, multipiattaforma che gira su MacOs, Windows e Linux. Oltre alle capacità di gestione, organizzazione, suddivisione in album e sotto-album, offre tutta una serie di strumenti per l’editing.

xnView

xnView è un viewer, organizzatore, browser e convertitore d’immagini per Windows. E’ gratuito per l’utilizzo privato. Tra i software che propongo è quello meno accattivante dal punto di vista grafico ma è facile da utilizzare e veloce. Ha un’interfaccia simile a quella dell’esplora risorse di Windows. Grazie all’albero di navigazione a sinistra si possono selezionare su disco le cartelle che contengono le foto e visualizzarne le anteprime.

Possiamo assegnare alle foto delle categorie, dei punteggi e dei contrassegni per poterle ritrovare rapidamente. Tra le funzionalità disponibili abbiamo:

  • conversione di formato
  • cattura schermo
  • categorizzazione e valutazione
  • creazione slideshow
  • viewer

Conclusioni

Quelli che suggerisco non sono gli unici software per la gestione d’immagini oggi disponibili. Sono i software che preferisco, che trovo migliori per funzionalità, caratteristiche e usabilità. Per me conta molto il design delle interfacce. La pulizia, la grafica, il layout e la facilità d’utilizzo sono tutti elementi che hanno un peso e sono in grado d’influenzare le mie scelte.

Tra i software proposti i miei preferiti sono Adobe Lightroom e Apple Foto ma se non volete spendere soldi e non avete un Mac, potete provare digiKam o xnView.

digiKam è più completo ed è un’ottimo prodotto che potete utilizzare per la selezione, l’organizzazione e la post-produzione delle foto. Non è Lightroom ma è una valida alternativa open source.

Non vi resta che scaricare, provare e scoprire qual è il vostro gestore d’immagini preferito.

 

A proposito dell'autore

Daniele

Blogger per passione e software developer di professione. Amante della computer grafica, della fotografia, dei viaggi, della musica e di tutto quello che è legato alla tecnologia.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata