Perché acquistare un NAS per la casa? Cos’è e a cosa serve? In questo articolo cercherò di rispondere a queste domande riportando la mia esperienza d’utilizzo.

Il NAS (Network Attached Storage) è un sistema di archiviazione di massa che viene condiviso in una rete. La condivisione consente a tutti gli utenti della rete di accedere e utilizzare questa memoria. I NAS domestici sono piccoli server che oltre a fornire uno spazio di archiviazione mettono a disposizione degli utenti tutta una serie di servizi d’utilità.

Negli ultimi 6 anni ho acquistato e provato 2 NAS. Il primo, un Netgear, aveva una capacità di archiviazione di 1 TB (potendo ospitare fino a 2 dischi da 500 Gb).

Il secondo, quello che ancora utilizzo, il QNAP TS-420,  ha una capacità di archiviazione di 16 TB e una buona potenza di elaborazione che consente al NAS di offrire una serie di servizi avanzati che vanno dal web server al media center.

QNAP TS-420

Dopo aver utilizzato per poco più di un anno il Netgear Stora MS2110 ho sentito la necessità di dotarmi di un NAS di maggiore capacità e potenza. Cercavo uno storage aggiornabile e abbastanza capiente per l’archiviazione della mia libreria audio/video oltre che una soluzione media center. La mia scelta è ricaduta sul QNAP TS-420. Questo NAS non solo risponde ai requisiti che cercavo ma fa molto di più.

E’ un vero e proprio server che può essere utilizzato come:

  • repository per musica, video e fotografie;
  • soluzione di backup;
  • piattaforma di test per applicazioni PHP, WordPress, Joomla;
  • sistema di video sorveglianza (abbinato a delle webcam);
  • media center tramite l’applicazione Plex Server o l’applicazione proprietaria Multimedia station;
  • sistema centralizzato per il download dalle reti P2P (torrent, emule, ecc.);
  • server Itunes;
  • DLNA Media Server;
  • Web server PHP;
  • Server LDAP, Server MySQL, Server radius, Server FTP.

Le possibilità d’impiego sono moltissime.  L’altro grande vantaggio di questo dispositivo è la possibilità di ospitare fino a 4 HD da 4 TB l’uno (per un massimo di 16 TB). Gli HD possono essere utilizzati in diverse modalità RAID (0, 1, 5, 6, 10 e JBOD).

Il NAS può essere gestito da browser, connettendosi all’indirizzo IP del dispositivo stesso oppure tramite le applicazioni native disponibili per MacOS, Windows e Linux.

Di sicuro l’applicazione web di amministrazione è più completa rispetto al Qfinder che serve solamente per la configurazione delle schede di rete, l’aggiornamento del firmware, la copia dei file e il monitoraggio delle risorse. Gli utenti più esperti hanno la possibilità di accedere al sistema operativo QTS 4.X (basato su Linux) in modalità terminale tramite un’applicazione che supporti il protocollo SSH. Consiglio DameWare SSH Client for Windows,  un’applicazione freeware che ho trovato molto efficace.

DameWare SSH Client

DameWare SSH Client

Utilizzo il NAS come media center attraverso il servizio Plex Server che può essere installato e attivato dall’ App Center del TS-420. Una volta installato il servizio Plex basta configurare le cartelle della libreria ed attendere che gli scraper terminino la scansione. Alla fine del lavoro avremo la nostra libreria Plex aggiornata con tanto d’immagini.

Plex Server per QNAP

Plex Server per QNAP

Libreria Plex server

Libreria Plex server

Ho abbinato il Plex Server al TV Box NEO X7 per poter fruire la mia libreria video da remoto.

Oltre che come libreria multimediale il NAS funge anche da sistema di backup grazie all’applicazione QSync che consente di effettuare il backup sia da MacOS che da Windows. In particolare riesco a sincronizzare il mio catalogo Lightroom e le mie foto da una HD portatile che collego o al Mac o al PC a seconda delle necessità. Grazie al QNAP sono sicuro di non perdere le mie foto e i miei dati più importanti.

Ho utilizzato il QNAP anche per attività di sviluppo e test di blog Worpress. E’ infatti possibile installare e configurare i servizi MySQL e WordPress. In questo modo si ha a disposizione un server locale per provare gli ultimi plugin e temi prima di pubblicarli.

Il QNAP, per chi li utilizza, supporta anche i programmi P2P.

Il QNAP TS-420 e i nuovi modelli equivalenti come il TS-431+ non sono economici. Consiglio comunque l’acquisto di una soluzione che sia espandibile partendo inizialmente con un solo HD da 4 TB o meno, nel tempo potremo sempre incrementare lo spazio di storage con l’aggiunta di altri HD. Io ho iniziato con il Western Digital WD40EFRX HDD, 4000GB, 7200rpm, 64MB consigliato proprio per l’utilizzo tramite NAS.

Specifiche

QNAP TS-420 – Specifiche
CPU Marvell 1.6GHz
DRAM 512MB DDR3 RAM
Flash Memory 16MB
HDD 4 x 3.5″ or 2.5” SATA HDD/ SSD
NOTE:
1. Maximum raw capacity: 16TB
2. The system is shipped without HDD.
HDD Tray 4 x swappable tray
LAN Port 2 x Gigabit RJ-45 Ethernet port
LED Indicators STATUS, LAN, USB, eSATA, HDD 1, HDD 2, HDD 3, HDD 4
USB
2 x USB 2.0 port  (Front x1; Back x1);
2 x USB 3.0 port (Back)
Supports USB printer, disk, pen drive, USB hub, and USB UPS, etc.
eSATA 2 x eSATA port (Back)
Buttons Power button, USB one-touch-backup button, reset button
Alarm Buzzer System warning
Form Factor Tower
Dimensions
177(H) x 180(W) x 235(D) mm
6.97(H) x 7.09(W) x 9.25(D) inch
Weight
Net weight: 3 Kg (6.61 lbs)
Gross weight: 4.6 Kg (10.14 lbs)
Power Consumption (W)
Sleep mode: 13W
In operation: 31W
(with 4 x 500GB HDD installed)
Temperature  0~40˚C/ 32~104°F
Humidity 5~95% RH non-condensing, wet bulb: 27˚C.
Power Supply External power adaptor,36W, Input: 100-240V
Secure Design K-lock security slot for theft prevention
Fan 1 x quiet cooling fan (9 cm, 12V DC)

Altri modelli QNAP suggeriti

Il QNAP TS-420 è stato sostituito da modelli più recenti che sfruttano lo stesso sistema operativo, il QTS, ma che hanno processori più potenti e una capacità di storage maggiore.

Di seguito suggerisco 4 modelli alternativi al QNAP TS-420.

QNAP serie TS-x28

QNAP TS-228

Sono i modelli entry-level dalle ottime caratteristiche. Differiscono per il numero di HD che possono montare. 1 per il modello TS-128 e 2 per il modello TS-228.

Supporta HD dalla dimensione massima di 16 TB, uno spazio storage che dovrebbe soddisfare anche gli utenti più esigenti. Se non avete bisogno di una ridondanza dei dati potete scegliere questi modelli per contenere la spesa.

Modello QNAP TS-128
CPU ARM® v7 1.1 GHz Dual-core
System memory 1GB DDR3 RAM
Flash Memory 4 GB
Hard Disk Drive 1 x 3.5″ SATA 6Gb/s, 3Gb/s HDDs

* Maximum single volume: 16TB

Amazon link

 

Modello QNAP TS-228
CPU ARM® v7 1.1 GHz Dual-core
System memory 1GB DDR3 RAM
Flash Memory 4 GB
Hard Disk Drive 2 x 3.5″ SATA 6Gb/s, 3Gb/s HDDs

* Maximum single volume: 16TB

Amazon link

QNAP serie TS-x31

QNAP TS-431+

I modelli della serie x31 sono invece la scelta giusta per chi ha bisogno di una soluzione orientata al lavoro e ha bisogno di una ridondanza del dato. Grazie alla possibilità d’installare più HD o SSD è possibile configurarli in RAID. Se prevedete la necessità di sempre maggior spazio di archiviazione, il mio consiglio e quello di dotarvi di uno di questi modelli che possono essere aggiornati nel tempo con HD di maggiori dimensioni.

Modello QNAP TS-231P
CPU AnnapurnaLabs, an Amazon company Alpine AL-212, 2-core, 1.7GHz
System Memory 1GB DDR3 RAM
Flash Memory 512MB NAND flash
Hard Drive Tray 2
Drive Interface SATA 6Gb/s, 3Gb/s HDD or SSD; Hot-swappable
Amazon link

 

Modello QNAP TS-431+
CPU AnnapurnaLabs, an Amazon company Alpine AL-212, 2-core, 1.7GHz
System Memory 1GB DDR3 RAM
Flash Memory 512MB NAND flash
Hard Drive Tray 4
Drive Interface SATA 6Gb/s, 3Gb/s HDD or SSD; Hot-swappable
Amazon link

Conclusioni

Dopo più di 3 anni d’utilizzo posso dire che il QNAP si è rivelato un ottimo prodotto. La cosa che più mi soddisfa è il costante aggiornamento del firmware e del sistema operativo QTS che mette a disposizione nuovi servizi e migliora l’esperienza utente nell’utilizzo e nell’amministrazione del NAS. A distanza di tre anni posso ancora aggiornare il mio NAS e usufruire delle ultime novità e correzioni di bug.

Se state cercando un NAS e siete incerti, valutate l’acquisto di un modello QNAP, non rimarrete delusi.

A proposito dell'autore

Daniele

Blogger per passione e software developer di professione. Amante della computer grafica, della fotografia, dei viaggi, della musica e di tutto quello che è legato alla tecnologia.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata